martedì 6 novembre 2012

Intervista a Luana Semprini


Ospitiamo oggi, nel mio blog, la scrittrice Luana Semprini.
Benvenuta, Luana!

Luana Semprini
Ci racconti che cosa fai, quando non sei impegnata a scrivere?

Ciao e innanzi tutto grazie per l’opportunità! Allora, al momento essendo in cerca di occupazione ho molto tempo libero. Oltre a scrivere mi piace fare lunghe passeggiate nella natura assieme al mio cane, guardare telefilm americani e naturalmente leggere!
Per quanto riguarda i miei studi, sono laureata da un anno alla facoltà di Economia.

Nel 2007, dopo esserti iscritta al sito di fan fiction “EFP”, hai composto diverse fanfic sul noto anime “Dragonball”. Di cosa si tratta, ci spieghi meglio questo genere di scrittura?

“Dragonball” è una delle mie passioni più grandi! Trovo che sia una delle storie migliori della “Storia”! È qualcosa di completo, nel senso che c’è tutto: amicizia, amore, divertimento, drammaticità. In poche parole io adoro “Dragonball”. Nel 2007, grazie ad una mia amica, ho scoperto il fantastico sito “EFP” e ho composto diverse fan fiction. Praticamente prendevo “in prestito” i personaggi che preferivo di “Dragonball” e ci scrivevo sopra delle storie. Ce ne sono di tutti i tipi, da quelle romantiche a quelle demenziali/ironiche. Le potete leggere!

Nel 2011 hai cominciato a scrivere romanzi, tutti di genere fantasy e urban fantasy. Dove li possiamo trovare?

Allora, “L’altra dimensione: la porta di luce” è ancora inedito nel mio pc, mentre il romanzo “La Maledizione” potete trovarlo in vendita su Amazon. “Il lamento di Euridice”, il primo di una trilogia paranormal romance, al momento è pubblicato assieme ai suoi seguiti sul sito EFP. Conto comunque di metterlo presto in vendita…

Se ho capito bene, non hai ancora scelto di pubblicare con un editore. Ci spieghi come mai e se hai intenzione di farlo a breve?

Non ho intenzione di mentire, come penso la maggior parte dei giovani esordienti come me, spero di pubblicare con un editore. Ma, aimè, tempo fa ho proposto “Cristina di Morval” a diversi editori ed ho ricevuto delle proposte da case editrici medio-piccole. Purtroppo però il contratto che mi offrivano non mi sembrava buono per cui ho deciso di auto pubblicarmi. Inoltre proponevano un prezzo di vendita troppo alto per i miei canoni.

Cristina di Morval
Vuoi parlarci della tua ultima “creatura”, “Cristina di Morval”?

“Cristina di Morval” mi sta molto a cuore. L’ho scritto in un momento in cui avevo bisogno di evasione e lei mi ha aiutata un sacco. È la storia di una ragazza a cui non manca nulla, è persino molto bella, ma è insoddisfatta. Questo perché sente che la sua vita è in qualche modo imposta e determinata dalla società in cui vive e dalla persone che le stanno accanto. Per cui, quando uno strano animale parlante, il pipistrello Rudy, le racconta che in verità proviene da un altro mondo al quale è fuggita per scampare al suo nemico, Redcliff, lei decide di abbandonare tutto e gettarsi a capofitto in questa avventura. Cristina non è certo uno di quei personaggi disperati e non accettati nel proprio universo. Lei sceglie di farlo perché vuole vivere veramente la sua vita, senza imposizioni.
È una storia d’amore, un amore corrisposto ma complicato, è una storia d’amicizia, è una storia di magia ed è una storia divertente! Il pipistrello Rudy e il cavallo parlante Toddy sono i miei favoriti.

Progetti per il futuro, quindi?

Realizzarmi e crescere come scrittrice. È sicuramente il mio desiderio più grande.

Grazie per essere stata con noi e in bocca al lupo per tutte le tue prossime avventure!
Roxie

(Ricordo a chiunque volesse avere il suo spazio/intervista su questa stessa pagina che mi può scrivere a: info@roxieplace.com)


Nessun commento:

Posta un commento