lunedì 15 ottobre 2012

Intervista ad Evelyn Storm


Sono felice di ospitare oggi, la giovane illustratrice e scrittrice Evelyn Storm.
Benvenuta, Evelyn!

Evelyn Storm
La prima domanda, suonerà scontata ma la curiosità è femmina… come mai, questo pseudonimo?

Grazie mille “dell'ospitalità”. In quanto alla domanda, ci sono abituata. Cercavo un nome che suonasse più internazionale del mio e che mi ricordasse l'infanzia. Il cartone animato giapponese “Evelyn e la magia di un sogno d'amore” mi è venuto in aiuto. Per il cognome mi sono ispirata alla tempesta, che è qualcosa che arriva e travolge tutto, come vorrei fare con la mia arte. O almeno ci provo. È bastato tradurre il nome in inglese, senza contare altri piccoli dettagli che mi sono venuti in aiuto da una soap opera tedesca e da una band tedesca, in cui la parola storm = tempesta era presente. E questo è quanto. 

Già che ci siamo, ci racconti un po’ di te e di cosa fai, quando non ti occupi di arte?

Diciamo che la mia giornata si divide in tanti piccoli momenti. Di mattina e spesso anche per una buona parte del pomeriggio scrivo. Scrivo racconti per dei concorsi, aggiorno i miei blog, preparo le interviste agli autori, inserisco aforismi, vado avanti nella stesura di vari romanzi ai quali sto lavorando. Poi c'è il momento in cui mi dedico alla casa, ai compiti da far fare a mio figlio e a volte alla figlia più grande e alle altre incombenze quotidiane. E poi di nuovo a scrivere o a leggere.

Hai frequentato il Liceo Classico e poi, un Corso triennale di Illustrazione presso la Scuola del Fumetto. Hai deciso quale strada percorrere, nel tuo futuro artistico?

Sicuramente non abbandonerò né il disegno e né la scrittura. Comunque, parlando del primo, dopo aver illustrato di tutto, ho scelto al momento due strade: le illustrazioni per l'infanzia e quelle fantasy. Questo perché sono due generi che amo e in cui mi ci ritrovo. Le storie d'amore vengono per terze. Voglio quindi tentare di farmi conoscere dalle case editrici e un giorno realizzare dai miei disegni una linea di zaini, diari, astucci, calendari ecc. 

Hai disegnato alcune copertine di libri, vuoi parlarci di qualcuna di queste esperienze in particolare?

Sì, voglio parlarvi della mia collaborazione con lo scrittore Fabio Emanuele. Mi ha contattato lui e mi ha chiesto di realizzare un angelo per il suo libro “My Dream”, in vendita su Amazon. Le regole le ha dettate lui, nel senso che aveva idee molto chiare. Io le ho realizzate e ho apportato diverse modifiche su suo consiglio. Alla fine ha inserito il mio disegno in un suo lavoro di grafica e il risultato ha soddisfatto entrambi. Una volta pronto è stato bello ed emozionante vederlo in vendita o leggere i numerosi commenti che ha/abbiamo ricevuto.

Hai vinto alcuni concorsi con le tue opere, ci racconti qualcosa e dove potremmo vederle, magari, anche su Facebook?

Attualmente sto partecipando ad un contest su Facebook, “Jappo no Gang”, ma i risultati si sapranno solo tra qualche giorno. In passato, sempre grazie a Facebook, ho vinto il secondo premio al concorso “The Leprechaun – Made me draw it”. Ho disegnato un folletto irlandese e ho cercato di renderlo al meglio. Mi è anche capitato di vincere il concorso “Gli acquarelli della vita” di Peg Fly. Si tratta di un racconto ispirato al “Piccolo Principe”. Io ho mandato tre illustrazioni su indicazione della scrittrice Peg Fly e sono stata scelta, seppure non avessi ancora letto il suo racconto. Per finire,  ho vinto con altri due disegnatori la “Scelta del diario” del “Clan Dell'Arte”. In pratica: i nostri tre disegni sono stati scelti per rappresentare la suddetta pagina. Il mio è la coppia medievale. Per vedere almeno due lavori vi posso lasciare i link: 

1

2

So che ti piace molto anche scrivere. Vuoi parlarci anche di questa passione e di come la sviluppi?

Come ho già accennato prima scrivo moltissimo. È una passione innata che ho da sempre. Uno dei miei scopi è arrivare a pubblicare con le grandi case editrici e per far questo sto facendo la classica gavetta. Sto arricchendo il mio curriculum più che posso, sto facendo esperienza tramite diverse collaborazioni e attraverso la partecipazione a svariati concorsi, sto lavorando sodo per  l'uscita imminente del mio romanzo “Grido d'amore – Quando il sogno non basta” (n.d.r. uscito proprio in questi giorni e reperibile online su: BookRepublic, La Feltrinelli, Mediaworld, Hoepli, Amazon, Apple store, Bol, IBS, Ultimabooks, Libreria.rizzoli ma presto pubblicato anche in cartaceo) e alla stesura di altre storie alle quali mi sto saltuariamente dedicando. Ma un mio sogno è anche quello di diventare una vera professionista, magari anche al di fuori dell'Italia. Ci sto provando, ma i passi da fare sono ancora tanti e ci vuole tempo, determinazione, costanza, speranza e un pizzico di fortuna. 

Hai scelto di mostrarci uno dei tuoi disegni, ce lo spieghi?

Sicuramente non l'ho scelto a caso, questo va detto. Il punto è che ho tanti disegni fantasy che si possono vedere anche nel mio sito, ma sull'infanzia no. Sono tutti top secret. Ma ho deciso di farne vedere uno ed ecco perché l'ho scelto. Si tratta di una lumachina molto golosa che si ritrova in un paese fatto di dolci, fiori e fili d'erba. I dolci sono ovunque: budini, mandorle, crostate ecc. L'ho realizzato per una storia che ho in mente. Volevo creare qualcosa di diverso e mi sono basata sulle riviste di cucina per rendere il tutto più credibile. Prima ho realizzato l'illustrazione a mano libera e dopo l'ho migliorata a computer. Spero vi piaccia. :)

Infine, quali sono i tuoi progetti futuri?

Artisticamente parlando, creare nuovi disegni da mostrare alle case editrici e partecipare a nuovi concorsi. Ma non mi dispiacerebbe nemmeno collaborare con qualche rivista e ottenere una pubblicazione sulla/e suddetta/e. Letteralmente parlando invece, sicuramente attendere l'uscita del mio libro di cui ho parlato sopra. Poi, aspettare l'esito dei concorsi ai quali ho partecipato e, in base al risultato, comportarmi di conseguenza. Ultimare le altre storie e cercare nuovi editori free disposti a pubblicarle. E per finire, scrivere una storia che ho in mente da un po'.  Grazie di tutto.

Grazie infinite per essere stata con noi, ti do appuntamento a presto per parlare della realizzazione dei tuoi progetti!
Roxie




(Ricordo a chiunque volesse avere il suo spazio/intervista su questa stessa pagina che mi può scrivere a: info@roxieplace.com)

Nessun commento:

Posta un commento