venerdì 19 ottobre 2012

Intervista a Tiziana Cazziero

Oggi abbiamo con noi la scrittrice Tiziana Cazziero.
Benvenuta, Tiziana!

Sei diplomata in Ragioneria. Sorge spontanea la banale ma dovuta domanda… come si concilia la passione per i numeri e i conti con quella per la scrittura?

E’ vero sono diplomata Ragioniera e per qualche anno ho anche lavorato presso uno studio di commercialisti ma, la scrittura ha sempre fatto parte di me. Adesso i numeri che vedo sono quelli dei conti da pagare… bollette, tasse ecc.. Qualche anno fa ho deciso che la scrittura doveva essere la mia strada, e così è stato. Ho scritto il mio primo romanzo che ho pubblicato nel 2011 con Book Sprint Edizioni - “Voltare Pagina” - successivamente sono iniziate diverse collaborazioni con alcune redazioni on line. Sono un’articolista free lance e sebbene sia un lavoro notevolmente impegnativo e non sempre i guadagni sono adeguati, non lo cambierei con nessun altro.

Patto con il vampiro


Quando hai iniziato a scrivere, c’è stato un episodio scatenante che magari ti ha ispirato un racconto o una poesia in particolare?

In verità non c’è stato un momento particolare in cui ho iniziato a scrivere; ero adolescente quando ho scritto le prime poesie, ma scrivevo già da piccola. Amavo scrivere lettere, credo di aver iniziato così. Non c’è stato un momento o un episodio particolare; come spesso dico quando devo scrivere, le parole arrivano improvvise e le butto giù.





Voltare pagina
Nel 2011, hai pubblicato il tuo primo romanzo “Voltare pagina” (Book Sprint Edizioni). Vuoi dirci come è nata la storia e di cosa narra?

Quando ho iniziato a scrivere questa storia lavoravo nello studio di commercialisti cui accennavo prima ma i numeri non appagavano la mia giornata, così ho deciso di provare; pensavo a questo romanzo già da tempo, era semplicemente arrivato il momento di scriverlo. La storia ha preso vita da sola nella mia testa finché non ho potuto più aspettare; dovevo mettere nero su bianco; così ho fatto. Janny Garin è la protagonista del mio romanzo, è una donna che ama la sua carriera, che ha un forte senso del dovere e della lealtà. Purtroppo sono queste sue qualità che sconvolgeranno tutta la sua vita. La trama gira attorno a lei e alle sue scelte ed  anche ad eventi che non deciso lei ma che ha solo subito. La protagonista rimane coinvolta in un losco intrigo criminale, non è stata una sua responsabilità, un collega amico le gioca un brutto scherzo e lei rimane vittima di loschi individui che sono pronti a tutto, anche ad ucciderla per mandare avanti i loro traffici illeciti. Janny si trova davanti a un bivio, che cosa fare? Manca poco al suo matrimonio, denunciare o fare finta di non aver scoperto nulla? Che cosa comporterebbe l’una o l’altra decisione? Lei però non ha bisogno di pensarci, è una dura decisione ma va comunque presa. L’amore è anche un protagonista indiscusso del romanzo; Janny finalmente scopre l’amore e tutto il suo potere. E’ sempre stata scettica su questo sentimento: è fidanzata con Mark ma non lo ama, crede di poter imparare ad amarlo, finché non scopre che questa passione non si può imporre, arriva e basta. Impetuoso, John approda nella sua vita, un uomo dal passato turbolento e misterioso; s’incontrano in circostanze particolari, arriva come un principe azzurro a salvarle la vita, un incontro che metterà a soqquadro la sua intera esistenza. L’amicizia e la famiglia hanno il loro valore e peso sull’intera vicenda; Janny è cresciuta con la madre, un rapporto simbiotico e al contempo ricco di scontri ma anche di emozionanti ravvicinamenti. Coltiva e nutre un forte legame con una vecchia amica di scuola, un legame che non conosce distanze e che non risente delle differenti scelte di vita. Janny e John inevitabilmente s’innamorano, un amore però destinato a combattere con tante avversità. Verità celate e nascoste agiscono nell’ombra, il destino a volte è beffardo e quando vuole può imporre i suoi misfatti. C’è mistero, suspense, giallo, amore, amicizia, famiglia, tanti ingredienti diversi che apparentemente sembrano non essere legati ma che al contempo si rivelano essenziali e tutti concatenati tra loro.  


Sei addetta stampa dell'Associazione Libro Aperto  e della casa editrice Libro Aperto Edizioni. Che tipo di esperienza è e come la vivi?

E’ stata una bella esperienza, costruttiva e importante per me. Parlo al passato perché è terminata da pochissimo. A volte bisogna fare delle scelte, l’importante è viverle bene e con serenità. Un’esperienza che mi ha fatto crescere nella mia piccola e modesta “professione”, lo dico con riservatezza perché so che in quello che faccio ho ancora molta strada da percorrere, e poi, nella vita non si finisce mai d’imparare. E’ stato bello ed emozionante vivere e prendere parte a questo progetto, ringrazio sempre le persone che hanno creduto in me e l’editrice che mi ha voluta in questo suo progetto fin dall’inizio, Antonella Senese, e con la quale sono ancora in contatto perché sono diventata una sua autrice; ha apprezzato il mio manoscritto fantasy e presto infatti arriverà il mio secondo romanzo fantasy “Patto con il Vampiro”, edito da Libro Aperto Edizioni. Il mondo dell’editoria è molto affascinante, seppur pieno d’insidie, ciò che conta è svolgere il proprio lavoro,  le mansioni e o quant’altro con passione. Questo è quello che faccio io, riempire le mie giornate di passione: la mia si chiama scrittura. Spero che quest’esperienza possa ripetersi presto se non con loro magari anche con altre case editrici, chissà…

Cosa consiglieresti a chi ti chiedesse un parere sul mestiere di scrittore e su quale strada sarebbe meglio percorrere per arrivare alla pubblicazione?

Non so se sono in grado di poter dare consigli e suggerimenti in merito; ciò che posso sicuramente dire è di seguire il proprio istinto e di avere perseveranza. La strada della pubblicazione è molto difficile, io inizialmente ho ricevuto solo proposte di pubblicazione a pagamento, come spesso accade per gli esordienti. Io per scelta ho deciso di aspettare, sebbene la voglia di pubblicare fosse tanta, ho detto no grazie. Così mi son detta: «se devo pagare qualcuno o qualcosa, decido io cosa chi e quando e quanto». Ho intrapreso la strada dell’auto-pubblicazione con il sito ilmiolibro.it nel 2010. Potevo tenere stretto tra le mani il mio romanzo e questo mi bastava. Poi alla fine del mese di maggio 2011 arriva una e mail inaspettata da parte della Book Sprint Edizioni: una proposta di pubblicazione senza richiesta di contributo né acquisto di copie. – Il sogno che si avvera - . Consiglio di credere in ciò che si fa, di studiare bene questo mondo, sondarlo, viverlo, esserci dentro quanto più possibile per poterlo comprendere. Spedite i vostri manoscritti a quante più case editrici possibili, un lavoro che richiede dispendio di energie, tempo e a volte anche di denaro. Le case editrici spesso accettano solo materiale cartaceo, quindi significa recarsi alla posta e inviare blocchi di pacchi con al loro interno il tuo sogno. Fortunatamente il digitale sta approdando in questo campo con più insistenza rispetto al passato; oggi il numero delle case editrici che accettano anche il formato digitale sta aumentando, un aiuto valido per il mondo dell’esordiente. Informatevi però bene sulle case editrici alle quali vi rivolgete, valutate le loro pubblicazioni e il genere che preferiscono; non inviate il vostro fantasy a chi pubblica prettamente saggi filosofici per farvi un esempio. Parola d’ordine, credete in voi.

Collabori come articolista con diversi siti redazioni on line, scrivi recensioni di libri, tratti di diversi argomenti, quali la fotografia,  la salute, il benessere... ce ne parli?

Grazie della domanda. E’ un’esperienza lavorativa che seguo ormai da tre anni. Ho scoperto per caso che potevo scrivere e al contempo portare avanti un progetto lavorativo. Ho iniziato scrivendo gratuitamente recensioni di libri per il sito sololibri.net, collaborazione che va avanti ancor oggi, e aprendo il mio primo blog: le ricette e i pensieri di Tatys. Poi con l’esperienza che nasceva nel web, sono entrata in contatto con siti specializzati che trattano la domanda e l’offerta di articolisti free lance. Ho scoperto così questo mondo fino a quel momento sconosciuto. Ho intrapreso diverse collaborazioni scrivendo di tutto, il mio argomento forte è sempre stato quello della salute e fotografia. Sono una patita del benessere: alimentazione, dieta, e tutto ciò che concerne la salute; così è stato facile iniziare a scrivere le prime guide per un sito specializzato in questo settore. Allo stesso modo è stato per la fotografia; appassionata di video e fotografia digitale ho collaborato con una testata giornalistica occupandomi da sola di queste due sezioni, creandole dal nulla. Ho avuto carta bianca e l’occasione di trattare questi argomenti sotto le loro diverse e svariate sfaccettature. Ho scritto di tutto: dal gossip alla moda, dai prestiti ai mutui, ricette, bellezza, diete, libri, cinema, televisione, musica. E’ un bel lavoro, anche se spesso ti trovi a doverti documentare su argomentazioni fino a quel momento a te estranee. In questo periodo per esempio sto scrivendo per due siti che richiedono specifiche sul giardinaggio e il mondo ecologico. Non smetti mai d’imparare cose nuove, questa cosa mi affascina molto e stuzzica la mia volontà di fare.

Ci parli anche dei Blog che gestisci?

Ho aperto il mio primo blog nel 2010; era il periodo in cui mi avvicinavo al web in maniera più intensa. Così spinta anche da un’amica ho aperto il mio primo blog - Le ricette e i pensieri di Tatys. “Ricette” perché una tra le prime collaborazioni che ho trovato riguardava appunto le ricette; inoltre da amante della cucina mi piaceva l’idea di iniziare a pubblicare le mie ricettine personali, soprattutto quelle sui dolci, torte decorate nel particolare. “Pensieri” perché non volevo che fosse un blog specifico in un unico settore, così è diventato il contenitore delle mie collaborazioni e delle mie varie promozioni on line. Quando è arrivata la pubblicazione di “Voltare Pagina” con la casa editrice, ho aperto un blog specifico sul romanzo: - Voltare pagina - dove si trova la trama del romanzo, notizie biografiche sulla sottoscritta, recensioni, interviste, i booktrailer che io stessa ho creato per i miei romanzi, un servizio che ho iniziato ad offrire anche ad altri scrittori emergenti, e dove, cosa importante si può leggere e scaricare liberamente l’incipit del romanzo. Con il tempo ho aperto sempre in questo blog una rubrica dedicata al mondo dell’editoria esordiente: intervisto e inserisco i libri di scrittori emergenti ed esordienti intervistando gli stessi autori. Ho anche dato spazio a qualche casa editrice giovane per far conoscere il loro lavoro. Nel frattempo gestisco anche un terzo blog, ma in maniera più parsimoniosa sulla fotografia - Fotografia di Tiziana Cazziero ; dove pubblicizzo i miei articoli sulla fotografia ed ho inserito i vari video creati da me. Tra poco sarà disponibile anche un quarto blog, quello sul mio secondo romanzo “Patto con il Vampiro” in uscita nei prossimi giorni. Anche lì potrete leggere la trama, visionare i miei booktrailer, leggere recensioni, interviste, ed anche l’incipit del romanzo appena sarà disponibile.

Progetti per il futuro?

La mia mente è sempre in movimento, peccato che il tempo è tiranno ed è sempre troppo poco! Ho già due romanzi in cantiere. Uno è ancora da ultimare, l’altro invece deve essere sottoposto a lavoro di revisione. Non so quando ma troverò il tempo anche per questo, sperando di avere almeno un’altra pubblicazione nel 2013. Nel frattempo lavoro come articolista free lance e sono sempre in cerca di nuove collaborazioni in ambito editoriale.

Grazie infinite per essere stata con noi, Tiziana! In bocca al lupo per tutto e quando vorrai, sarai sempre mia graditissima ospite.

Grazie a te Roxie, della disponibilità.


(Ricordo a chiunque volesse avere il suo spazio/intervista su questa stessa pagina che mi può scrivere a: info@roxieplace.com)

Nessun commento:

Posta un commento