giovedì 11 ottobre 2012

Intervista a Stefano Tomei


Sono lieta di presentarvi oggi, il giovanissimo scrittore Stefano Tomei.

Benvenuto, Stefano!

Stefano Tomei

Ti sei diplomato al Liceo Scientifico Tecnologico e successivamente, ti sei laureato in Scienze Infermieristiche. Sembrerebbe quanto di più distante possa esserci da ciò che definiamo “creatività”. Vuoi spiegarci come si conciliano i tuoi studi con la scelta di dedicarti alla scrittura?

La lettura e successivamente, la scrittura, sono passioni che fin da piccolo ho avuto. Per me è stato naturale cimentarmi nello scrivere, nonostante la mia formazione “scientifica”.

So che svolgi attività di volontariato presso l'oratorio della tua città, come animatore e catechista. M’incuriosisce sapere se hai vissuto situazioni, nell’ambito di questa esperienza, che ti abbiano mai ispirato un racconto o una poesia…

Tutto ciò che mi circonda, tutte le situazioni che vivo e le persone che incontro, sono per me fonte di ispirazione. Ho disseminato il mio libro di personaggi e situazioni che si riferiscono alla mia realtà. È stato molto divertente rappresentarli all’interno di un racconto fantastico e notare come le persone che più mi conoscono riuscivano a cogliere questo o quell’aspetto di me e della mia vita.

So che frequenti anche una compagnia teatrale amatoriale (Le Formiche) e che mettete in scena musical a scopo benefico. Ce ne vuoi parlare?

La compagnia le Formiche da dieci anni ormai mette in scena commedie musicali e altri spettacoli a scopo di beneficienza. Sono numerosi i progetti che hanno aiutato a realizzarsi, con associazioni impegnate su tutti i fronti. Proprio in questo periodo stiamo allestendo uno spettacolo con canzoni e testi per raccogliere fondi da destinare ai terremotati dell’Emilia.


I tre Druidi
Hai recentemente pubblicato il tuo primo romanzo fantasy, "I tre Druidi" (Edizioni Creativa). Di cosa racconta?

Il libro racconta di un ragazzo adolescente, Clark, che, scoperto di avere poteri speciali, viene catapultato su un nuovo, fantastico mondo, Dorpalan. Qui avrà finalmente l’occasione di ricominciare una vita, di riscoprire tutti quei valori come l’amicizia e l’amore che, sulla Terra, non aveva mai conosciuto. Grazie a numerosi personaggi che entreranno nella sua vita fin dal primo momento in cui mette piede su Dorpalan, Clark crescerà e imparerà ad assumersi delle responsabilità che nemmeno pensava di poter sostenere. La scoperta di essere uno degli ultimi tre Druidi presenti su Dorpalan, poi, lo catapulterà all’interno di un gioco fatto di trame nascoste, giochi di potere, duelli e tradimenti, che metteranno a dura prova lui e il suo amore per Elizabeth, la ragazza di cui si innamorerà a prima vista. Un’avventura che, con una sequenza rocambolesca di eventi e scoperte, lo porterà ad essere una persona fondamentale per la sopravvivenza dell’intero mondo di Dorpalan.

A chi suggeriresti di leggerlo e perché?

Suggerisco di leggerlo a chiunque sia appassionato del genere fantasy, a chiunque abbia amato Harry Potter, Il Signore degli Anelli e tutti i romanzi del genere. Ma invito anche tutti quelli che hanno voglia di venire catapultati, anche se solo con la fantasia, in un mondo incantato dove tutto può accadere. Per scordarsi, almeno per un po’, dei problemi della vita di tutti i giorni.

Credi che continuerai su questa strada, quella del Fantasy?

Sì, certamente. “I tre Druidi” è il primo capitolo di una saga, “I Libri di Dorpalan”, che spero prima o poi di portare a termine!

Progetti per il futuro?

Come accennato sopra, conto di riuscire a scrivere il seguito de “I tre Druidi” e di vederlo pubblicato come il primo capitolo. Nel frattempo sono molto impegnato nella promozione del libro, cercando di farmi spazio nel vastissimo mondo dell’editoria. Cosa che non è per niente facile, ma che con tenacia e perseveranza e grazie anche all’aiuto di persone come te, spero che porti qualche frutto!


Link al sito della Casa Editrice

Link alla Pagina su Facebook



Grazie davvero per essere stato con noi e appuntamento alla tua prossima pubblicazione… ci conto!
Roxie






(Ricordo a chiunque volesse avere il suo spazio/intervista su questa stessa pagina che mi può scrivere a: info@roxieplace.com)

Nessun commento:

Posta un commento